Home   |   Comitato Quad   |   Contatti

header02

header01

Posso guidare il Quad?

Pubblicato in Comunicati Stampa il 17 giugno 2010

Prontuario sui permessi di guida e le modalità di circolazione con il quadriciclo.

A quanti anni è possibile guidare un quad? Quale patente è necessario acquisire? E’ autorizzato l’accesso alle autostrade? E’ obbligatorio indossare il casco? Ecco le risposte alle domande più frequenti…

Compiuti i 14 anni e acquisito il Patentino può iniziare l’avventura in sella ai Quad e bisogna attendere solo due anni di più per guidare i quadricicli pesanti con la Patente A1; dai 18 anni in poi la circolazione con quadriciclo è permessa anche con la Patente B ed è possibile portare con sé un passeggero.

Attenzione! Poche ma buone regole del quaddista…

Regola numero Uno: il casco è obbligatorio!

Circolazione su strade pubbliche - Come per i ciclomotori e i motocicli, ai quali infatti i quadricicli (Quad e ATV) sono assimilabili, il permesso alla guida è fissato in giovane età, perciò è importante essere consapevoli che gestire un mezzo a motore (soprattutto nel traffico) richiede prudenza, conoscenza delle caratteristiche del veicolo stesso e del Codice della Strada, in particolar modo della segnaletica stradale per una circolazione corretta nei confonti degli altri conducenti. Ricordatevi che se siete alle prime armi od esperti, se avete una cavalleria leggera o pesante, non fa differenza: siete sempre dei conducenti.

Per i neofiti è consigliabile documentarsi il più possibile, studiando le Normative vigenti, navigando sul web dove sono pubblicate molte informazioni e consigli, o partecipando ad un Corso di Guida Sicura per acquisire subito il corretto approccio al mezzo.

Circolazione Fuoristrada - Attenzioni analoghe vanno prestate nella guida OffRoad dove il rispetto per la Natura e gli abitanti del Territorio che lo popolano è il presupposto per una convivenza duratura con l’Ambiente e la Società…spesso gli errori di pochi li pagano le comunità! Evitate perciò scarichi troppo rumorosi, di abbandonare rifiuti, di mettere le ruote su campi coltivati: contenere l’inquinamento è un vantaggio per la terra, gli agricoltori, gli animali e…per i quaddisti stessi!

La guida fuoristrada ha delle regole a sé stanti che è bene seguire scrupolosamente: solo in alcune zone, infatti, è permesso mettere i tasselli sulla terra: per i neofiti consigliamo di documentarsi ed aggregarsi a quaddisti più esperti e motocavalcate autorizzate.

Età e patenti

Compiuti 14 anni e acquisito il Patentino è possibile guidare i quadricicli leggeri con le seguenti caratteristiche:

  • Cilindrata e potenza: non superiore a 50 cc; non superiore a 4 kW.
  • Velocità massima: non superiore a 45 km/h.
  • Massa a vuoto: non superiore a 350 kg.
  • Capacità di carico: non superiore a 200 kg.

Compiuti 16 anni e acquisita la Patente A1 è possibile guidare i quadricicli pesanti con le seguenti caratteristiche:

  • Cilindrata e potenza: superiore a 50 cc; non superiore a 15 kW.
  • Velocità massima: non superiore a 80 km/h.
  • Massa a vuoto: non superiore a 400 kg (trasporto persone); non superiore a 550 kg (trasporto merci).
  • Capacità di carico: non superiore a 200 kg (trasporto persone); non superiore a 1.000 kg (trasporto merci).

Compiuti 18 anni è possibile guidare tutti i quadricicli con la Patente A senza limitazioni e la Patente B e se il veicolo è omologato per il trasporto di due persone si può portare con sè un passeggero.

Il casco sempre

Essendo il quadriciclo (Quad e ATV) una moto a quattro ruote e quindi senza carrozzeria integrale, prevede l’obbligatorietà del casco. Fanno eccezione i modelli side by side e buggy in quanto prevedono l’utilizzo della cintura di sicurezza e sono allestiti con roll bar.

Accesso alle strade pubbliche e al fuoristrada

L’accesso alle autostrade, alle tangenziali e alle strade secondarie importanti è previsto dal Codice della Strada solo per i veicoli omologati con determinati requisiti di massa, che i quadricicli nella maggioranza dei casi non soddisfano. Pertanto i quad, se targati, bollati e omologati all’utilizzo stradale, possono circolare liberamente per strada ad esclusione della viabilità in autostrade, tangenziali e strade secondarie importanti.

Qualora un quad non abbia i requisiti sopracitati (targa, omologazione, bollo) per circolare nelle strade pubbliche, può percorrere le strade private e ha libero accesso nelle piste da competizione.

Per maggiori informazioni scrivere a info@fmiquad.it

Articolo di Alessandra Manieri