link.png Nicola Dutto alla Baja 1000: un sogno che si avvera


Il celebre rider delle Baja prepara la sfida in California: la partecipazione al massacrante desert race in buggy. Nicola Dutto di ritorno dal sopralluogo in California: l'annuncio alla stampa, si corre! È terminato positivamente il viaggio d...

Il celebre rider delle Baja prepara la sfida in California: la partecipazione al massacrante desert race in buggy.


J.Campbell-N.Dutto

Nicola Dutto di ritorno dal sopralluogo in California: l'annuncio alla stampa, si corre!

È terminato positivamente il viaggio di Nicola Dutto tra la California e la Baja California. In occasione della Baja 500 ad Ensenada è stato ricevuto dall’organizzatore dello SCORE INTERNATIONAL OFF-ROAD CHAMPIONSHIP Sal Fish che ha accolto con entusiasmo il suo progetto di correre la Baja 1000 in programma da 17 al 20novembre prossimo. Fondamentale per raggiungere l’obbiettivo sarà il supporto logistico in loco fornito da Enrique Ayala titolare della Bajacycles (Store ufficiale Acerbis) di San Diego. Nicola, in questa massacrante desert race, per proteggere le parti insensibili del corpo userà dei cuscini speciali forniti dalla Supracor di San Josè CA, ditta con la quale ha  da poco intrapreso un rapporto di collaborazione grazie all’interessamento di BradStern.


Per chi poi volesse vivere un’esperienza unica approfittando della competenza di Nicola oltreoceano, è nata una partnership con il team Honda gestito dalla leggenda delle Baja Johnny Campbell; fra poco saranno disponibili dei pacchetti viaggio-garaall-inclusive.


 


Una sfida e la storia di un uomo eccezionale presentata alla stampa il 14 aprile nell'head quarter di Scorpion Bay.


Giovedì 14 aprile nell’head quarter di Scorpion Bay ad Albino (BG), Nicola Dutto ha presentato alla Stampa il progetto “Baja 1000 – Entre el polvo y las estrellas”, la gara della Baja California alla quale prenderà parte dal 17 al 20 Novembre a bordo di un buggy Polaris Razor Rzr 800.



N.Dutto-Conf.Stampa

E’ passato solo un anno da quel tragico 10 Marzo che ha costretto Nicola a cambiare la prospettiva con cui guardare le cose: uno schianto in moto a 150 km/h sul greto del Tagliamento, la vita appesa ad un filo, mesi e mesi di ospedale, la nuova vita sulla sedia a rotelle. Sono cambiate tante cose, ma non Nicola che non ha mai smesso di credere nei suoi sogni e nella sua passione. Così, a poco più di un anno dalla svolta, è già in pista per realizzare quel sogno cullato per anni e che doveva concretizzarsi proprio un anno fa.


La Baja 1000, la desert race più dura e famosa al mondo, quella che per Nicola si corre “entre el polvo y las estrellas”, tra la polvere e le stelle, respirando quell’atmosfera che solo in Baja California si può vivere. Non più in moto, ma con un mezzo speciale. Nicola correrà con il PolarisRZR 800, un buggy appositamente modificato per renderlo adatto alle sue esigenze. Ci sono gare che solo schierarsi al via significa avere vinto. La baja 1000 è una di queste ma per uno come Nicola che ha l’agonismo nelle vene porsi degli obiettivi è naturale: il suo è quello di non andare oltre le 20 ore per percorrere le 850 miglia del tracciato, tra il caldo e la polvere del giorno, il buio e la solitudine della notte.


Scorpion Bay supporterà ancora la gara di Nicola: “Non c’è sogno senza una vera passione alle spalle. La Baja California è la nostra terra di riferimento, da li traiamo la nostra ispirazione – così ha spiegato Lucio Mistri, titolare di Gipsy azienda proprietaria del marchio Scorpion Bay - Ci siamo stati una prima volta nel 2003, fu un viaggio avventuroso, che ci aprì a una realtà sconosciuta. Quella che avevamo sempre sognato. Nel 2007 ci tornammo con Nicola e con lui abbiamo condiviso l’amore per questi luoghi. Nel 2010 volevamo correre la Baja 1000 con Nicola. Bene, abbiamo rinviato di un anno il suo sogno e ora, nel 2011, siamo pronti per affrontare questa bellissima avventura insieme”.


Ufficio Stampa Nicola Dutto