link.png Intervista a Ivan Argnani


Il Pilota del Team Victory in sella a Can-Am Renegade 800: il primo anno al via ed è già titolo QuadCountry. Ivan si aggiudica l'oro nella categoria automatici del Campionato di durata: passione genuina, tenacia ed umiltà so...

Il Pilota del Team Victory in sella a Can-Am Renegade 800: il primo anno al via ed è già titolo QuadCountry.


Ivan si aggiudica l'oro nella categoria automatici del Campionato di durata: passione genuina, tenacia ed umiltà sono le sue caratteristiche.

Nome e Cognome: Ivan Argnani
Nato il/a: 14 Novembre 1969 a Faenza (RA)
Risiedi a: Faenza (RA)
Professione: Agricoltore e Meccanico
Corri dal: 2011
Gareggi in sella a: Can-Am Renegade 800
Team: Victory
Moto Club di appartenenza: Marzeno (RA)

 Ivan-Argnai-profilo





Aneddoti sulla prima volta in quad? Fin da bambino, le moto sono state la mia grande passione e per nulla al mondo avrei potuto rinunciarvi…Un giorno, per varie ragioni organizzative legate anche al mio lavoro, ho acquistato un quad e da lì è partito il mio percorso su quattro ruote. Inizialmente organizzavo escursioni di ogni genere in compagnia dei miei amici sulle nostre colline; ho partecipato a diversi raduni in tutta Italia e poi quasi per gioco c’è stato il passaggio all’agonismo, senza rinunciare però alle uscite nei boschi.




Ivan-Argnani

Vittoria più prestigiosa o gara più entusiasmante alla quale hai partecipato?

Il 2011 è stato il mio primo anno di competizioni, perciò essermi aggiudicato il titolo di Campione Italiano QuadCountry nella categoria automatici rappresenta una doppia soddisfazione! La prima gara disputata a Pavullo è stata sicuramente la più entusiasmante: innanzitutto ho conquistato il primo gradino del podio e poi il percorso di gara era davvero tostissimo, vuoi anche per le condizioni meteo esasperate con neve e fango abbondanti sulla pista, un meraviglioso circuito allestito in una cava. Da lì ho capito che con impegno e dedizione sarei potuto arrivare in fondo al campionato con buoni risultati e così è iniziata la mia avventura agonistica. Ho vinto ancora nella quarta e quinta tappa di Palagano e Castellarano, mentre ho affrontato con tranquillità l’ultima gara, avendo la vittoria quasi in tasca: o meglio dovevo guadagnare pochi, ma preziosissimi punti, per aggiudicarmi definitivamente il titolo di campione. Oltre al Campionato QuadCountry, ho partecipato all’adrenalinica gara Summer Wheels, organizzata da Nicola Dutto, una manifestazione indimenticabile, dove ho combattuto a sportellate con il caro amico Enrico Sorlino (che ha concluso davanti a me) e ho vissuto forti emozioni nella speciale notturna: lungo il percorso erano assiepati gli spettatori ed il buio della notte era illuminato dai loro flash…mi sembrava di rivivere i ricordi di quando bambino assistevo al passaggio dei piloti duranti i rally organizzati in Romagna.


A chi dedicheresti un ringraziamento? Dedicherei un ringraziamento particolare ai mie genitori e a tutte le persone che mi hanno sostenuto in questi anni.


Dove preferisci gareggiare: crossodromi, campi fettucciati o percorsi immersi nella natura? Sicuramente mi piace correre in percorsi immersi nella natura e le gare di neve e ghiaccio mi caricano a dismisura.


Progetti motoristici per il futuro? Allenarmi per migliorare nella guida ed inoltre vorrei lavorare sulla preparazione del mezzo: naturalmente il titolo vinto mi fa sognare.


Sogno nel cassetto? Ho due sogni nel cassetto: il primo, poter lavorare nel mondo dei quad, il secondo partecipare a competizioni tipo rally nel deserto e baja; si tratta di competizioni però che richiedono grossi investimenti economici (soprattutto la sabbia) che in questo momento non posso sostenere da solo: perciò aggiungo un terzo sogno, una vincita alla lotteria!


Articolo a cura di Alessandra Manieri


NB: Sei un pilota e partecipi alle gare promosse dalla Federazione Motociclistica Italiana? Ti dedichiamo una pagina del sito con intervista e foto! Non ci interessano i titoli vinti...l'importante è partecipare. Leggi come e scarica il modulo: http://www.fmiquad.it/archivio/piloti. Per info contatta: info@fmiquad.it.