link.png Quad FMI a lavoro per il 2013


Si è svolta il 9 gennaio la prima riunione quad 2013 presso la sede della Federazione Motociclistica Italiana. L'Ordine del giorno, fittissimo, includeva la revisione dei regolamenti sportivi e l'avanzamento nei programmi dedicati all'Utenza. ...

Si è svolta il 9 gennaio la prima riunione quad 2013 presso la sede della Federazione Motociclistica Italiana. L'Ordine del giorno, fittissimo, includeva la revisione dei regolamenti sportivi e l'avanzamento nei programmi dedicati all'Utenza. Di seguito le novità.


L'intenso lavoro di rinnovamento dei programmi quad 2013 portato avanti negli ultimi mesi è stato discusso nella lunga riunione del 9 gennaio, momento di congiunzione tra il passato e la stagione sportiva entrante. A coordinare l'incontro è stato Antonio Assirelli, attualmente Coordinatore in prorogatio ed in attesa di rinnovo ufficiale della nomina. Presente il gruppo di lavoro che Assirelli proporrà come membri del Comitato Quad per il prossimo quadriennio: Alessandro Galizzi, Nicola Montalbini, Roberto Pirola, Roberto Rigamonti, Stefano Boschi, Valter Pinna, Alessandra Manieri; assente Luca Bernardoni per motivi personali.


Il nuovo gruppo ha lavorato in maniera produttiva e costruttiva, mettendo sul tavolo le esperienze specifiche di ognuno: dalle attività agonistiche, ai corsi di guida, al turismo, alla comunicazione. Due nuovi profili daranno al Comitato un apporto prezioso: Stefano Boschi, Referente della Scuola per l'Utenza, e Valter Pinna, rallysta navigatore d'esperienza e guida turistica in quad. Un primo incontro dello staff al completo ha posto le basi per collaborare e mescolare i settori Agonismo ed Utenza.


Un'analisi dettagliata del budget che il Comitato Quad avrà a disposizione e la destinazione di ogni capitolo di spesa, ha permesso una pianificazione concreta dei progetti nell'aria da tempo.


Il Comitato Quad finanzierà per il terzo anno consecutivo le riprese televisive sui campi gara di alcune tappe di entrambi i campionati, Quad e Quad Cross, con nuovi format che andranno in onda su Federmoto.tv ed i canali televisivi partner della FMI. Tale sforzo economico, nonostante la diminuzione dei budget, punta alla diffusione mediatica massiccia di uno sport di nicchia e la valorizzazione dei team, piloti e organizzatori che fanno 'girare' questo mondo.


Ai due Campionati sopra citati, i cui calendari sono già on line, potrebbe aggiungersi una prova unica Baja, che attualmente è in fase di studio.


Un capitolo di spesa sarà destinato al supporto dei Moto Club Organizzatori delle gare promosse dalla FMI. I MC quindi potranno contare inoltre su un sostegno burocratico grazie agli uffici FMI, e mediatico attraverso la Responsabile Stampa ed il sito Fmiquad.it che introdurrà importanti aggiornamenti: le iscrizioni alle gare e la distribuzione dei numeri di gara sarà gestita on line attraverso pagine dedicate, attive da febbraio 2013.
Infine un Referente incaricato da FMI sarà presente sui campi gara per coadiuvare i MC.


Per quanto riguarda la Maglia Azzurra, il progetto già messo a punto con successo nelle edizioni passate sarà ricalcato nel 2013. Assicurati gli allenamenti alla squadra ed uno staff professionale al seguito, mentre è in fase di valutazione la possibilità di presentarsi con la struttura “Casa Italia”. La grande novità Maglia Azzurra potrebbe essere lo schieramento di due squadre italiane, ipotesi in attesa di aggiornamenti UEM.


Prosegue la “crociata” ingaggiata dal Comitato per la fruibilità dei crossodromi da parte dei quaddisti: come noto, la difficoltà di poter utilizzare gli impianti omologati per turni di allenamento e prove libere crea disagi e malcontento tra gli appassionati di quad, e a tal proposito il Presidente FMI Paolo Sesti si è pronunciato lo scorso novembre per sensibilizzare Club e Gestori degli impianti ad una maggiore disponibilità. Una recente ricerca in fase di ultimazione rivela che la tendenza delle Federazioni Europee è quella di proibire le prove libere simultanee di moto e quad, anche se la gestione è a discrezione dei Responsabili dei circuiti. Il Comitato sta lavorando al fine di cercare una soluzione che parta dalla revisione della Normativa Impianti che regola l'alternanza dei turni quad/moto. I frutti di questo complesso lavoro non possono essere immediati vista la delicatezza dell'argomento; nel frattempo l'intenzione è quella di organizzare “allenamenti collettivi”, coordinati e pubblicizzati per garantire spazi e numeri presso i crossodromi, che verrebbero contattati dal Comitato secondo un'omogenea distribuzione nel territorio.


Stanziato per i Giovani e per l'Utenza un budget per i corsi di guida sportiva e sicura: a breve saranno proposti dei calendari specifici destinati alla formazione che sarà curata da Nicola Montalbini, Tecnico Federale, e la SNQ, Scuola Nazionale Quad Certificata FMI.


Il progetto “Giovani”, inoltre, sarà potenziato da due nuove iniziative: è stato assegnato un capitolo di spesa per i “giovani più meritevoli”, progetto che il Comitato discuterà nella prossima riunione di febbraio per definire l'investimento. L'ultima sorpresa, infine, sarà un monte premi di fine stagione loro dedicato, attualmente in fase di studio.


Per completare il quadro, nel 2013 si tornerà a parlare di Disabilità e Quad. L'obiettivo è quello di proporre e seguire il primo approccio dei diversamente abili a questo mezzo, trattandosi della fase più complessa e delicata. In cantiere due diverse proposte che ci auguriamo di lanciare in primavera.


Comunicato Stampa N° 01/2013
Alessandra Manieri
Responsabile Stampa Comitato Quad FMI