link.png On line i Regolamenti Quad 2013


In allegato i Regolamenti dei Campionati Italiani Quad e Quad Cross 2013. Il Regolamento del Supermare Quad Cross è annesso al Quad Cross. I documenti in formato pdf sono ufficiali ed approvati dalla CSN della Federazione Motociclistica Italia...

In allegato i Regolamenti dei Campionati Italiani Quad e Quad Cross 2013. Il Regolamento del Supermare Quad Cross è annesso al Quad Cross. I documenti in formato pdf sono ufficiali ed approvati dalla CSN della Federazione Motociclistica Italiana, ma sono attualmente in fase di impaginazione presso l'ufficio grafico FMI. In attesa della "bella copia" che sarà pronta la prossima settimana, il Comitato Quad ha ritenuto opportuno pubblicare i regolamenti affinché i piloti ne potessero prendere visione già da questo fine settimana. Di seguito vi proponiamo delle specifiche, con l'obiettivo di approfondire e chiarire alcuni tratti salienti dei regolamenti ed alcune motivazioni che hanno dettato determinate scelte decisionali. Buona lettura!


Regolamento Campionato Italiano Quad 2013


Regolamento Campionato Italiano Quad Cross e Supermare Quad Cross 2013


Regolamento Campionato Italiano Baja 2013


Le categorie del Campionato Italiano Quad - Le categorie ammesse sono dieci e la lettera “F” che identifica la sigla delle classi dei quad a marce ed automatici sta per “Fettucciato”, che costituisce la tipologia di gara. Rispetto allo scorso anno, innanzitutto è stata inserita integralmente la categoria FX4 dedicata agli Over 40: avendo riscontrato successo nel Quad Cross, si è pensato di proporla anche nel C. I. Quad, che in questo modo coinvolge un range d'età più ampio. Le classi Promo e Sport sono state accorpate nella FX2, mentre le altre dedicate ai quad a marce sono rimaste invariate: la FX1 accoglierà i piloti della ex Expert e la FX3 gli ex Amatori. Per assicurare una suddivisione prestazionale adeguata, si è stabilito che i primi tre classificati delle categorie Promozionale e Sport del Trofeo Racing Sprint 2012 passino obbligatoriamente alla categoria superiore (rispettivamente la FX2 e la FX1) nel Campionato Italiano Quad 2013 e lo stesso metodo verrà applicato l'anno successivo.
Le categorie degli automatici, siglate con la lettera A, dedicate agli adulti sono state ridotte da tre a due: la FA2 comprenderà tutti i quadricicli con cilindrata fino a 500 cc.


Le categorie dedicate ai giovani sono state rinnovate radicalmente e si suddividono nella categoria Pulcini, che va dagli 8 ai 12 anni, e nella categoria Junior che va dagli 11 ai 16; entrambe le categorie si dividono nelle sotto-categorie Esordienti e Cadetti alle quali si accede in base alla capacità di guida, stabilita indiscutibilmente da un Responsabile Federale. In caso in cui non venga raggiunto il numero minimo di concorrenti, le sotto-categorie possono essere accorpate. Ricapitolando, l'età dei bambini e la cilindrata del mezzo sono i due criteri principali per l'inserimento nella categoria Pulcini o Junior, mentre la capacità di guida è la discriminante per le sotto-categorie. Altra clausola importante per le categorie giovanili riguarda le caratteristiche di fabbrica del mezzo: mentre i quadricicli della categoria Pulcini devono essere “derivati di serie” (non sono quindi ammessi i prototipi) per garantire una maggiore sicurezza, la categoria Junior invece è libera. I prototipi sono ammessi in tutte le categorie tranne che in quella dei Pulcini e la scelta si uniforma alle tendenze internazionali che lasciano libero il mercato degli allestimenti.


La categoria Junior ha le medesime caratteristiche sia nel Campionato Italiano Quad che nel Campionato Italiano Quad Cross: tale specularità è la chiave di volta per vincere il titolo Junior del C.I. Quad Cross, dato dalla somma di punti di 3 prove del C.I. Quad Cross più 3 prove del C.I Quad. Pertanto, i giovani iscritti alla categoria Junior del Campionato Italiano Quad potranno scegliere tra tre opzioni: la prima è partecipare esclusivamente all'intero C. I. Quad; la seconda soluzione è partecipare sia a 3 prove del C. I. Quad (a scelta tra le 7 gare del Campionato) che a 3 prove del Campionato Italiano Quad Cross (prove fisse, stabilite dal Regolamento). La terza alternativa è partecipare sia all'intero C. I. Quad che alle tre prove del C. I. Quad Cross: con questa scelta, i giovani possono concorrere ai titoli riservati alla categoria Junior di entrambi i Campionati. Come la categoria Pulcini, anche la Junior si suddivide nelle due sotto-categorie Esordienti e Cadetti, in base ai sopracitati criteri di selezione. E' importante inoltre dare un occhio alle cilindrate ammesse nella categoria Junior Esordienti e Cadetti: in entrambe dal 2014 i limiti di cilindrata saranno abbassati (come specificato nel regolamento) e questa modifica graduale dà a tutti i piloti un anno di tempo per adeguarsi. Principalmente scompariranno nel regolamento 2014 le cilindrate 350.


Le categorie del Campionato Italiano Quad Cross - Le categorie ammesse sono quattro: l'Elite Internazionale, la Sport, la Veteran, la Junior (per quest'ultima vedere paragrafo precedente). A differenza del Campionato Italiano Quad, quindi, sono completamente assenti i quad automatici e la categoria giovanile Pulcini. Nella categoria Elite Internazionale, la classe regina del 2013, sono stati modificati i limiti di cilindrata rispetto allo scorso anno, portati dal tetto di 480 cc a 550 cc. L'obiettivo a breve termine è quello di accogliere il maggior numero possibile di mezzi, comprese le cilindrate superiori a 480 cc che nel 2012 militavano nella categoria QX2 e che in questo modo non devono cambiare il mezzo; allo stesso tempo si punta ad un livellamento con le norme europee, pertanto l'obiettivo a lungo termine è quello di abbassare nuovamente il limite dal 2014 in poi, per dare il tempo ai piloti di adeguarsi. Ma come saranno classificati i piloti italiani e stranieri nella categoria Elite Internazionale? Dalla classifica assoluta dell'Elite Internazionale comprendente tutti i piloti stranieri ed italiani, verrà estrapolata una classifica dei piloti italiani definita nel regolamento “degli Assoluti d'Italia Elite”: come descritto nell'articolo 18, i punteggi utilizzati per la classifica italiana saranno gli stessi assegnati nella classifica internazionale.
La categoria Sport riunirà i piloti che nel 2012 militavano nella QX2 (ad esclusione dei primi 6 classificati che passano obbligatoriamente alla categoria superiore Elite Internazionale) e gli esordienti della QX5: in poche parole la finalità è stata quella di snellire il numero delle classi ed il timetable della giornata di gara, riunendo nell'Elite Internazionale gli esperti della disciplina e nella Sport i piloti che devono affrontare un percorso di maturazione, contando sul fatto che il primo approccio alle competizioni non avviene nel Campionato Quad Cross bensì nel Campionato Quad (sono infatti i fettucciati a conservare l'obiettivo di accogliere i piloti digiuni di agonismo e completamente inesperti).
Non è stata toccata, invece, la categoria Veteran: gli Over 40 avranno sempre la loro classe dedicata, avendo costituito fino ad oggi un gruppo nutrito ed appassionato di piloti per i quali la discriminante dell'età è un fattore che incide nella competizione. Invece si è scelto di non modificare l'età per l'accesso alla categoria, che è rimasta dai 40 in su. La decisione è stata presa in seguito ad approfondite riflessioni, avendo preso in considerazione la richiesta di abbassare l'età a 35 anni, ma la scelta di mantenere invariata la soglia dei 40 anni è sembrata la più adeguata per una corretta sportività e per ragioni di sicurezza: il gap tra piloti di 35 anni e quelli di oltre 60 è sembrato eccessivo.


Percorso di gara del Campionato Italiano Quad – Il percorso di gara allestito con fettuccia e come di consueto omologato dal Direttore di Gara avrà dal 2013 una larghezza minima di otto metri, pertanto la larghezza standard è stata aumentata di due metri rispetto all'anno precedente. La novità principale dei percorsi 2013 è l'introduzione delle varianti in pista, vale a dire alcuni tratti che si dividono in due tracciati separati e si ricongiungono: le varianti suddivise nella tipologia A e B, come spiegato nel regolamento, facilitano i sorpassi e consentono maggiore bagarre e spettacolarità alla competizione.


Impianti del Campionato Italiano Quad Cross – Gli impianti omologati FMI che ospiteranno le sei tappe Quad Cross sono stati scelti in base a criteri di qualità e dislocazione degli stessi. Torneremo presso alcuni crossodromi classici del Campionato Quad Cross e andremo a scoprirne di nuovi come il Cross Park di Salmour di recente ristrutturazione e lo storico impianto di Fermo, già meta di prove mondiali di cross. In generale possiamo dire che si tratta di circuiti caratterizzati da un fondo di terra, mentre per allenarsi sulla sabbia i piloti avranno a loro disposizione il Trofeo Supermare Quad Cross.


Prezzi d'iscrizione – Confermati i prezzi economici e promozionali pubblicizzati in dicembre 2012: € 80,00 IVA inclusa ad ogni singola prova di entrambi i campionati; € 50,00 IVA inclusa per le categorie giovanili Pulcini e Junior. I costi d'iscrizione alle gare rappresentano una delle rivoluzioni più importanti che il Comitato ha operato in favore dei piloti, che oggi possono partecipare a due campionati promossi dalla FMI, con titolo italiano, impianti omologati, assicurazione e servizi di qualità, in cambio di un prezzo onesto ed livellato rispetto al costo di altre manifestazioni sul territorio.


Iscrizioni alle gare – Da marzo 2013 saranno attivi sul sito www.fmiquad.it i servizi on line per iscriversi alla gare del Campionato Italiano Quad e Quad Cross. La procedura sarà molto rapida ed efficace. I piloti potranno compilare direttamente sul sito il modulo d'iscrizione ad ogni gara entro il 5° giorno antecedente alla manifestazione. La chiusura delle iscrizioni prevista cinque giorni prima, è stata studiata per permettere la migliore organizzazione degli eventi stessi. L'unica differenza nelle modalità d'iscrizione tra i due campionati riguarda l'effettuazione del pagamento: mentre nel Campionato Italiano Quad Cross i pagamenti devono essere anticipati tramite bonifico bancario direttamente ai Moto Club Organizzatori (tutti i dati bancari saranno riportati sul sito), nel Campionato Italiano Quad, invece, si pagherà sul campo gara in fase di Operazioni Preliminari. Pertanto gli iscritti alle prove del Campionato Italiano Quad Cross dovranno inserire nel modulo d'iscrizione anche il CRO del pagamento. Con la procedura delle iscrizioni on line verrà snellito il lavoro e le tempistiche d'iscrizione dei MC nel week end di gara: addio moduli cartacei e file per l'iscrizione all'ultimo minuto. Sarà naturalmente possibile iscriversi in ritardo o direttamente sul posto in entrambi i campionati, pena una multa molto contenuta (€ 20,00) istituita come pro forma per stimolare i piloti a seguire il corretto iter procedurale.


Prenotazione numeri di gara – Come spiegato dettagliatamente nei Regolamenti, l'assegnazione dei numeri di gara si svolgerà on line sul sito www.fmiquad.it da marzo 2013 ed i piloti saranno preavvisati dell'apertura della prenotazione con un comunicato stampa pubblicato in home page. I criteri stabiliti per la prenotazione sono stati pensati per salvaguardare innanzitutto i numeri storici e poi per dare la possibilità a tutti i piloti di prenotare il proprio numero preferito in base al semplice parametro dell'ordine cronologico di richiesta. Ognuno avrà a disposizione un'ampissima varietà di numeri, che si ripeteranno per alcune categorie dei campionati, nelle quali tuttavia non è previsto un passaggio degli iscritti da una classe all'altra.


Articolo N° 07/2013
Alessandra Manieri
Responsabile Stampa Comitato Quad FMI