link.png Cingoli: come sempre una gara straordinaria


IMG_5286.jpgUn crossodromo, il “B.Tittoni” di Cingoli (Mc), tirato a lucido dal Moto Club A.Fagioli per l'occasione, ha ospitato in questo week end non solo la quarta prova di Campionato italiano quad e sidecar cross FMI  ma anche, e soprattutto un evento “speciale”, il TROFEO CONNOR SMITH.

La gara, dal sapore internazionale, data la presenza di ben 7 piloti britannici, un portoghese, uno spagnolo e un moldavo, ha regalato emozioni in ogni momento della giornata, e soprattutto al momento della commemorazione del pilota britannico, Connor Smith, a metà mattinata, domenica, al termine delle prove di qualifica, quando tutti i piloti e gli addetti ai lavori, oltre alla famiglia e gli amici di Connor, si sono ritrovati davanti al Cippo a lui dedicato, accanto alla pista.
La gara è entrata nel vivo alle 11,30 con Junior e Trofeo Centro Sud accorpati per l'occasione per un totale di sette piloti al cancelletto. A conquistare la vittoria della Junior in Gara 1 il giovane Paolo Galizzi (Can-Am) davanti a Grigore Vieru (Yamaha) - due sicure promesse di questa disciplina – mentre Luca Agnelli (Yamaha) ha chiuso in terza posizione.  In Gara 2, nel pomeriggio, dopo una bella battaglia nei primi giri tra Vieru e Galizzi, a spuntarla, anche in questa manche è Paolo Galizzi che vince davanti a Grigore Vieru e Luca Agnelli e questo sarà anche l’ordine di arrivo assoluto di giornata.
Nel Trofeo Rodolfo Salustri, autore dell'holeshot, conquista la vittoria di Gara 1, combattendo con Francesco Lello Testa ottimo secondo e Alessandro Persichilli, terzo davanti a Roberto Vendetta. In Gara 2 di nuovo Rodolfo Salustri fa l'holeshot ma dopo pochi giri il romano viene passato dal suo avversario numero uno di quest'anno, Alessandro Persichilli che vince la manche davanti a Roberto Vendetta (Suzuki). Sfortunato Francesco Testa che è riuscito a ripartire dopo una caduta ma senza recuperare posizioni preziose per il Trofeo 2015. Sul podio di giornata vittoria di Rodolfo Salustri su Alessandro Persichilli e Francesco Testa.
A seguire in pista sono scesi i piloti della Veteran, insieme agli iscritti della categoria Sport formando una compagine di ben 17 presenze sul cancelletto. Holeshot e vittoria delle manche praticamente scontata per Cristian Pinoli (Ktm) che si è ritrovato a combattere, visto l'accorpamento, con un velocissimo Mattia Papa che su Yamaha Errezeta ha ottenuto la seconda piazza assoluta di manche, prima della Sport. Pinoli in Gara 1 si è imposto su Denis Rossetto (Ktm) e Davide Gigli (Suzuki) mentre Papa ha preceduto in classifica Gianmarco Monaci (Kawasaki) e Kevin Shepherd (Honda).
In Gara 2, per i Veteran bissa la holeshot Cristian Pinoli che si invola verso la vittoria infliggendo il solito ritmo infernale a tutta la gara. A fine giornata porta a casa altri 50 punti e la sua tabella rossa è sempre più consolidata. Secondo di manche Alessandro Fontanazzi (Suzuki) – terzo gi giornata – mentre Denis Rossetto, regolare e veloce, conquista la terza posizione di manche e la seconda dell’assoluta di giornata. Nella Sport che corre insieme ai Veteran è sempre più protagonista Mattia Papa che non fatica a vincere anche Gara 2 e di conseguenza l'assoluta di giornata. Alle sue spalle ci sono il determinato Gianmarco Monaci – autore di due bei secondi posti – e il britannico Mark Adden che ha la meglio sul suo connazionale Kevin Shepherd.
Quando tocca ai Sidecarcross scendere in pista, in Gara 1, il sole è alto in cielo e sta scaldando ben bene la pista del Tittoni. 12 gli equipaggi schierati e subito è holeshot per Costa- Ravera (WSP Zabel) capaci di allungare in poco tempo sul resto del gruppo. Alle loro spalle c’è battaglia e al secondo giro si ribalta il sidecar di Costa Pedroni, per fortuna senza conseguenze fisiche per l'equipaggio che anzi riparte arrivando a punti sul traguardo. In seconda posizione Pozzi-Ceresa (WSP Zabel) davanti agli umbri Bernardini-Bernardini (WSP Zabel). In Gara 2 Costa -Ravera fanno il bis e si confermano indiscussi dominatori di questa specialità,: bottino pieno per loro anche a Cingoli. Bella gara per Pozzi -Ceresa che nella seconda manche hanno provato a inseguire i leader tenendo il loro ritmo ma alla fine si sono dovuti 'accontentare' di un meritato secondo posto assoluto. Giornata da incorniciare anche per la coppia Bernardini- Bernardini che con un altro terzo posto in gara si piazzano terzi di giornata: bella la prestazione anche di Mattoni- Gualatrucci (EML Zabel) quarti di manche e dell’assoluta.
A chiudere la serie di sfide di Gara 1 come sempre la Elite Internazionale con un cancelletto nutrito di piloti di alto valore agonistico.  Al via di Gara 1 Joao Silva su Yamaha Errezeta conquista la holeshot ma una caduta coinvolge diversi piloti, e fra questi anche Andrea Cesari (Ktm) che sarà costretto a ripartire in fondo al gruppo. Non ci sono danni però, per fortuna, e tutti si rimettono in pista, dando vita ad una gara tiratissima. Ma Joao Silva è imbattibile nonostante gli attacchi di un Nicola Montalbini (Suzuki TM) che dimostra anche in quest'occasione la sua passione per questa pista. Simone Mastronardi (Yamaha) conquista la terza posizione dopo una bella battaglia con lo spagnolo Vila mentre Cesari riesce a rimontare fino alla quinta posizione. Gara 2 assiste ancora al dominio di Joao Silva ma questa volta Andrea Cesari tiene il ritmo anche se, per quanto ci provi, non riesce a passare il portoghese. Chiude secondo però, e terzo di giornata mentre Montalbini che voleva a tutti i costi il secondo gradino del podio dell’assoluta sulla 'sua' pista, agguanta il terzo posto in Gara 2. Simone Mastronardi da buon mastino riesce a chiudere quarto, sia la manche che la giornata che si conclude con una splendida premiazione coronata dalla presenza del Coordinatore FMI per il settore, Antonio Assirelli.