link.png Amerigo Ventura conquista il Chiosco Cafè Endurance Quad a Cologno al Serio


enduranceC'era bisogno di una prova generale. Esattamente come a teatro, prima di aprire il sipario per la Prima. E il Chiosco Cafè Endurance Quad, a Cologno al Serio, con l'organizzazione della Scuderia Fulvio Norelli, sezione del Moto Club Bergamo ha fornito l'occasione.

28 novembre 2016 – 40 piloti, di cui 14 a formare equipaggi a coppie, si sono sfidati su un campo di gara molto tecnico ma bellissimo, lungo un chilometro e quattrocento metri, capace di accogliere quei piloti che hanno accettato la sfida, dando utilissime indicazioni su come migliorare, rifinire e sistemare il regolamento del prossimo Campionato Italiano Endurance Quad FMI che vedrà la luce nel 2017.
4 Pulcini e 36 piloti delle categorie FX, FXF e FA – automatici – hanno affrontato le prove di qualifica nella mattinata di una splendida giornata di sole, scendendo poi in pista per la sfida di durata. Trenta minuti non stop per i Pulcini, 120 minuti per i 'grandi'.
Amerigo Ventura, Christopher Fulgeri in coppia con Maurizio Arrighi, Andrea Zucca, Carla Gamboni e la coppia Aldo Lami-Riccardo Poggi sono i vincitori di tutte le categorie. Rispettivamente della Marathon – piloti della 2 ore che hanno corso da soli – della categoria a coppie sempre della due ore, dei Pulcini, della FXF riservata alle ragazze del quad,  e della classe degli Automatici.
Una gara strabiliante, fatta di colpi di scena, di sorpassi, di doppiaggi, di cambi e, anche...di corse a piedi. Sotto l'attenta direzione di gara del toscano Andrea Valentini i primi ad entrare in pista sono stati i Pulcini: 4 i coraggiosi ragazzi disposti a mettersi alla prova con 30 minuti non stop e al via anche se Marta Gerotti scattava per prima dalla partenza in stile Le Mans, al primo tornantino la infilavano Nicolò Moro che si portava in testa ed Andrea Zucca che aveva ottenuto il miglior tempo nelle cronometrate, con Riccardo Lami a chiudere le fila. Tutta la gara viveva sul duello di Moro e Zucca che cercava in tutti i modi di passarlo, cosa che riusciva a fare solo nell'ultimo giro andando a vincere con soli 8 decimi di vantaggio su Nicolò Moro; terzo Ricky Lami e quarta Marta Gerotti.
Alle 12 scendevano in pista i 36 piloti quad e nello schieramento a spina di pesce le prime tre posizioni appartenevano a tre piloti più veloci nelle qualifiche, tutti della Marathon: Amerigo Ventura, Mario Cinotti e Mattia Ioli. Ventura scattava per primo e si portava in testa, cominciando una corsa epica. Alle sue spalle Mario Cinotti e Mattia Ioli si davano battaglia mentre, fra le coppie, Maurizio Arrighi e Luca Bernardoni duellavano fianco a fianco. Dopo solo tre giri Ventura aveva 7” di vantaggio e aumentava il ritmo per cercare di guadagnare quel vantaggio che gli consentisse poi il rifornimento in tutta tranquillità. Già dopo il sesto giro invece gli equipaggi a coppia iniziavano i cambi, Arrighi lasciava il posto a Fulgeri e Bernardoni a Gianlucio Ferrari mentre dopo soli dieci giri Ventura aveva 31” di vataggio e iniziava una serie di doppiaggi che lo portavano a doppiare tutti i concorrenti in gara. Scatenatissimo, Ventura si fermava per due rifornimenti – il primo dopo 60' - e quando tagliava il traguardo per primo, raggiante, confessava di aver quasi finito la benzina e di aver affrontato gli ultimi giri in modalità 'diesel'. Dopo 58' di gara Mario Cinotti rompeva il cambio consolandosi con il giro più veloce della giornata e Mattia Ioli si confermava secondo mentre Arrighi-Fulgeri, Bernardoni-Ferrari, Grola-Sabbadini e Nesi-Gerotti combattevano sul filo dei secondi.
Più di qualche coppia ha corso con un solo mezzo per la rottura di uno dei due : Campani-Fontanazzi per esempio, e Gigli-Nelli con quest'ultimo costretto ad una 200 metri cross country a piedi quando il suo mezzo lo ha lasciato a piedi in mezzo alla pista e lui è rientrato di corsa per portare il trasponder al suo compagno di squadra, Davide Gigli per permettergli di ripartire. I due hanno chiuso sesti, alle spalle dei vincitori della categoria Automatici, Lami-Poggi. Bravissime anche le cinque ragazze in gara: Carla Gamboni nona per tutta la prima parte della gara ha poi avuto un problema alla frizione ma la sua assistenza è riuscito a risolverlo permettendole di ripartire e di chiudere quinta della classifica Marathon e prima della FXF; Beatrice Grola ed Emilie Ferrari hanno vinto la FXF a coppie davanti a Alessia Franzo ed Elena Alercia.
La classifica assoluta della Marathon alle spalle del trionfatore Ventura vede Mattia Ioli secondo ed Eddy Ghizzo terzo, davanti a Elio Vottero e alla stessa Gamboni, quinta. Nella classifica a coppie grande successo di Christopher Fulgeri e Maurizio Arrighi che hanno preceduto per 20” Gianlucio Ferrari e Luca Bernardoni mentre Silvano Grola e Marco Sabbadini hanno ottenuto un terzo posto grazie ad una rimonta strabiliante di Grola capace di risollevare le loro sorti dal 15° posto al terzo. Quarta posizione per Tommaso Nesi e Luigi Gerotti affiatati e veloci anche nei cambi e quinti Lami Poggi. Nelli-Gigli rimasti con un solo quad in due chiudono sesti, davanti a Corlazzioli-Passeroli, Sosta-Carrara, Nicola Ferrari-Benzoni e le brave Emilie e Beatrice, decime assolute.
Il test di prova dunque, è stato effettuato in questa primaverile fine di novembre e ora il campionato, che farà il suo esordio nel 2017, con sole tre gare, è pronto per essere limato, messo a punto e venir presentato nella sua forma definitiva a tutti i piloti.
L'ultimo impegno per i piloti della disciplina per questo 2016 sarà l'8 dicembre, al Motor Show di Bologna in una gara nella mitica Area 48 organizzata da FX Action.