link.png Montalbini vince all'Eicma la finalissima


Monatlbini eicmaE' stata una di quelle finali che difficilmente si dimenticano. Nicola Montalbini ha vinto a Milano la International Quad MX Motolive Cup battendo un Simone Mastronardi che si porta a casa comunque, oltre al secondo posto, anche l'Holeshot conquistato appunto nella finalissima.

11 novembre 2016 – 33 piloti hanno dato vita alla prima giornata di gare nell'area del MotoLive all'interno dell'Eicma 2016. Una giornata cominciata con le prove libere e poi di qualifica fino a culminare verso mezzogiorno nelle prime tre batterie ad eliminazione che avrebbero permesso ai migliori tre di ogni manche l'accesso direttamente in finale.
Nella prima batteria Majcol Porracin era partito fortissimo bruciato nei primi metri da Vincenzo Alerci che cedeva subito però la prima posizione al veneto che se ne andava indisturbato a vincere mentre Alercia era secondo davanti ad Alessandro Fontanazzi. Nella seconda batteria il più veloce era Simone Mastronardi bruciante in partenza su  Mario Cinotti avversario di tutta la stagione di Racing Quad mentre da dietro era bravo Luca Bernardoni con una traiettoria tutta esterna a portarsi in terza posizione. Contro Mastronardi non c'era nulla da fare ma in compenso alle sue spalle c'era grande battaglia, soprattutto fra Bernardoni e Fulgeri che alla fine riusciva a strappare la terza posizione alle spalle di Cinotti secondo. Nella terza batteria arrivava il colpo di scena quandoAndrea Cesari non si presentava al via, dopo aver realizzato il miglior tempo in qualifica. Un problema al suo quad lo costringeva a dare forfeit e Nicola Montalbini si trovava così la strada spianata verso il successo di batteria, mentre alle sue spalle Nicola Ciceri con il suo nuovo mezzo per la stagione 2017, completamente di serie, riusciva a chiudere secondo. Per tutta la manche Ciceri aveva dovuto lottare con un Maurizio Arrighi letteralmente scatenato che a sua volta ha resistito agli attacchi di Patrick Turrini giro dopo giro. Poi proprio negli ultimi 200 metri però, il colpo di scena con Arrighi che rompe e Turrini che finiva al terzo posto e quindi in finale.
Alle 14,30 le due manches di ripescaggio con solo due posti da giocarsi, riservati ai vincitori delle singole batterie. Al primo via Luca Bernardoni non si è fatto sorprendere ed ha agguantato subito la prima posizione restandoci incollato fino alla fine dei giri  e accedendo così alla finale. Dopo di lui toccava a  Tommaso Nesi partire per primo e tenere la testa del gruppo per diversi giri prima di soccombere e arrendersi agli attacchi di Amerigo Ventura che passava in testa a metà gara conquistando anche lui l'accesso alla finale
Alle 15,30 i migliori 11 della giornata si fronteggiavano in una finale icandescente. Mastronardi scattava per primo e agguantava l'holeshot Tissot mentre il suo 'maestro', Nicola Montabini era secondo e cercava subito di attaccarlo e di passare in testa. Alle loro spalle si innescava una vera e propria guerra fra Majcol Porracin, Mario Cinotti e Nicola Ciceri. Nicola Montalbini riusciva a passare Mastronardi dopo tre giri ma il romano non per questo si dava per vinto. Per tutti i restanti 10 giri ha cercato un varco per tornare in testa, ma il campione marchigiano non gli ha lasciato mai uno spiraglio e alla fine ha vinto con soli otto decimi di vantaggio sul romano. Nel frattempo dietro di loro è davvero successo di tutto perchè negli ultimi due giri una serie di colpi di scena che coinvolgevano Cinotti e Ciceri, hanno portato Christopher Fulgeri fino alla terza posizione assoluta, dopo una partenza non brillante, mentre Majcol Porracin che era partito benissimo ha dovuto soccombere agli attacchi e sorprassi degli avversari accontentandosi di un quarto posto che gli va davvero stretto. Quinto Amerigo Ventura.